mercoledì 30 marzo 2011

Punti di vista


Vittima come sono di un jet lag esistenziale raramente vado a letto prima delle due di notte, spesso anche più tardi. E altrettanto spesso la mattina mi sveglio che l'Innominabile è già uscito. A lungo andare mi sento in colpa, e a cena gli dico che cercherò di modificare i miei orari. Come vuoi, ma non farlo per me, mi risponde. Mi piace addormentarmi da solo, e quando mi sveglio ci sei. E' lo stesso per me: adoro addormentarmi accanto a lui e svegliarmi da sola, senza fretta.
Quando si dice ottimizzazione delle risorse.

2 commenti:

  1. ecco perchè non mi scrivi "scrivi!"... anche tu in questi giorni te la prendi moooooooollllltttttoooooooo calma......

    RispondiElimina
  2. Gli equilibri. Gran cosa.

    RispondiElimina