domenica 20 marzo 2011

Guerra o pace?


Mi è venuta in mente una compagna del liceo, oggi. Prendeva spesso tre in matematica, che allo scientifico è un bell'inizio, ma non si abbatteva: allora, la dimostrazione era geometrica, io l'ho fatta algebrica e vabbè. Nel secondo problema ho fatto il per invece del diviso e quindi ho cannato. Il terzo l'ho impostato giusto, ma siccome non c'era tempo non l'ho finito e il quarto non ho potuto iniziarlo, sennò... Sennò era un dieci, ovvio.
Immagino sia così anche nel Mediterraneo. OK, ci sono i bombardamenti sulla Libia, e muoiono anche i civili, e Gheddafi ha detto che ci farà un culo indimenticabile, e tutti prendono le distanze da tutti ma i bombardamenti continuano e poi c'è anche il nomenclatore di azioni belliche, cioè di pace, che dopo Desert Storm si è inventato Odyssey Dawn, però questa NON E' UNA GUERRA. E' un intervento militare autorizzato.
Come dire che missili a parte si tratta di un'allegra e pacifica merenda tra popoli. E del petrolio, come al solito, non frega niente a nessuno. A che serve studiare il cammino della democrazia, mi chiedo pensando alla mia tesi sulla costruzione politica (non militare: politica) della pace. Limitiamoci alla retorica e al sillogismo. Domani mi leggo l'opera omnia di Cicerone e Aristotele, che è meglio.

6 commenti:

  1. Una volta mi venne detta una cosa che non ho mai dimenticato: il diavolo su questa terra si traveste da denaro.
    E questo purtroppo spiega davvero tutto.
    Tina

    RispondiElimina
  2. posso mettere una cosa leggera simpatica e vagamente stupida? Ecco, c'è un premio per te.
    Se non ti interessa, no problem.
    Baci
    J.

    http://inqualchepostonelmondoedentrodime.blogspot.com/2011/03/ho-ricevuto-il-premio-kreativ-blogger.html

    RispondiElimina
  3. GRAZIE!
    Sono basita, devo riprendermi e poi capire cosa devo fare. Grazie Jacq. Una volta ho detto che le parole sono tutto quello che ho. Adesso che ho capito cosa ci fai TU, con le parole, l'idea che tu mi legga, mi commenti e abbia pensato a me per un premio mi stordisce. Abbi pazienza. Datemi i sali, un cordiale, una pezzuola imbevuta d'aceto. Ho ricevuto un premio, che diamine!

    RispondiElimina
  4. Che cosa ci faccio IO, con le parole?!?

    Sabato 26 sarò a Milano all'Accademia di Brera. Spettacolo dalle 19h alle 20h. :)))
    Ma non ho capito: tu in quale città vivi?
    J. in partenza per Caen

    RispondiElimina
  5. Le trasformi e ci giochi, ci vivi e ci lavori.
    A Brera? Che buffo, io sarò a pochi metri da lì tra le 18:00 e le 19:00. Riusciamo a sfiorarci? Wish sarà con me, mi riconosci di sicuro.

    RispondiElimina