domenica 27 novembre 2011

Edizione domenicale

Economia: sempre più insistenti le voci di un ritorno alla lira con il crollo dell'eurozona. Tornando a fare benchmark sul milione di lire, invece che sui mille euro, ci renderemo conto che un paio di scarpe da 700mila lire non è cosa, deprimeremo ulteriormente i consumi e forse torneremo all'economia reale, detta anche buon senso o misura. Ho detto forse.
Politica: mentre i politici di professione si preparano al rientro, il governo dei banchieri, pardon il governo tecnico, si prepara a varare un pacchetto di riforme. Ispirandosi all'unico caso di pareggio di bilancio ottenuto da Quintino Sella con l'introduzione della popolare tassa sul macinato i contribuenti italiani attendono fiduciosi la tassa sui cani per ripopolare le autostrade di quadrupedi anche a Natale e non solo ad agosto. Auspicata inoltre la tassa sulle chiamate da cellulare, quella sui genitori anziani di figli unici e quella su tacchi e suole, visto l'aumento dei costi di trasporto pubblico e privato.
Cronaca: sembra che forme insperate di pudore stiano limitando la comparsa delle luminarie natalizie, restituendo alla festività il suo prisco significato religioso e attenuando i casi di demenza collettiva registrati in passato di fronte a Tiffany, Moncler e Nespresso. Irriducibili invece i soggetti che si assiepano il sabato davanti ad Abercrombie & Fitch, dove storditi da miasmi psicotropi si contendono felpe e tee-shirt a quotazioni amatoriali.
Meteo: il sole illumina occasionali intenzioni di cielo, riscaldando più lo sguardo che le membra.

5 commenti:

  1. Desidero abbonarmi alla sua rivista!

    RispondiElimina
  2. Cara lettrice,
    per lei l'abbonamento è gratuito e per sempre.
    Come stai cucciola, in attesa di pomeriggi azzurri?

    RispondiElimina
  3. A me il futuro fa paura... uffoli.

    RispondiElimina
  4. basta vivere nel presente. se penso che tra quattro settimane siamo già a Santo Stefano mi lacero la giugulare

    RispondiElimina
  5. Hai ragione Gio... io vivo molto il presente perchè altrimenti dovrei fare armi e bagagli e andare su qualche altro pianeta.
    Penso al futuro quando ho un viaggio da organizzare!!

    RispondiElimina