venerdì 15 aprile 2011

Ecco perché


Era un sacco che non ci passavamo una serata da sole, io e lei. La vado a prendere a scherma e la porto a casa, zigzagando tra il verde e le strade. Non è uscita dalla mia pancia e non è un pezzo del mio quotidiano, semplicemente c'è, immanente come la certezza che il sole si alterna alla luna. E facciamo le stesse cose che facevamo quando lei, che conosceva solo gli oggetti, davanti a un concetto mi chiedeva: cos'è?
E' metà donna e metà bambina, la mia coccinella adorata, che viene con me a curiosare nell'armadio, si prova i miei vestiti, si mette i miei orecchini, e giochiamo parliamo mangiamo e ridiamo, e abbiamo gli stessi capelli e lo stesso sguardo, indomite e indifese come anime belle.
Mi allontano un istante, e quando la rivedo è come se fosse stata sempre nel mio orizzonte, e finalmente capisco che se non ho figli è solo perchè di amore si può anche morire.

6 commenti:

  1. Mamma mia, se scrivessero queste cose di me potrei morirne. Che bello, che meraviglia di pensieri, mi si stanno sciogliendo liquidamente negli occhi.

    RispondiElimina
  2. sottoscrivo il commento di Calzino :9

    RispondiElimina
  3. calzino, magari non le scrivono, ma sicuramente queste cose le pensano, di te.
    bentornata sospesanelviola, e grazie.

    RispondiElimina
  4. beh devo dire che questa volta mi hai fatta lagrimare. con la ggì perchè sai che non amo farmi vedere vulnerabile.
    hai dei pensieri così soffici che è come affondare in un letto di piume. rendi bene l'idea e come ti capisco, quando dici che di amore si potrebbe anche morire. Quando è troppo non sai come gestirlo, è come quando prendo in braccio le mie nipoti elettive. infilo il naso nel collo dell'ultima nata, e per alcuni istanti mi sento così bene che sto quasi male.
    brava brava brava. quasi quasi anche io inizio a scrivere qualcosa di serio. anzi no. mi basti tu. e rendi tutto molto romantico.
    però ti sei dimenticata di dire che a spasso nel parco di sicuro sarai inciampata da qualche parte. tu che sei bambi.

    RispondiElimina
  5. Irony, pieno di cicatrici com'è, il mio cuore è di consistenza variabile, ma per le mie figliocce c'è sempre un angolino soffice.
    Tina, sei una meraviglia e non lo sai.

    RispondiElimina