sabato 10 marzo 2012

Privilegi inaspettati

E' da quando ho capito di non esserlo che desidero essere una principessa. Da piccola nessuno mi ha mai chiesto perché, immaginando risposte cretine legate a favole, principi, vestiti e zucche magiche. Da quando sono cresciuta nessuno ha mai sospettato la pervicacia di questa mia aspirazione, e tantomeno la causa. Vorrei essere una principessa perché tutti mi regalerebbero fiori, e con un po' di fortuna me ne dedicherebbero anche uno. Magari una rosa o una peonia, forse un tulipano. In compenso, mossa a compassione dal mio delirante regime alimentare basato sui surgelati di Picard, la mia amica Maria mi ha dedicato una ricetta. Quindi non avrò un fiore che porta il mio nome, ma molto più snobisticamente un piatto, per la precisione linguine con calamari e zucchine trombetta.
Ora devo solo procurarmi gli ingredienti e una tiara, e l'illusione sarà perfetta.
Photo: courtesy of www.kitcheninthecity.it

2 commenti:

  1. ricambio tutti i sorrisi che mi regali con la tua splendida ironia...

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Questo commento è stato eliminato dall'autore.

      Elimina